<a href="la-procura-della-repubblica1">Chi siamo</a> Chi siamo

<a href="cosa-facciamo">Cosa facciamo</a> Cosa facciamo

<a href="organigramma">Organigramma</a> Organigramma

Dove siamo Dove siamo

Sezione VI - UFFICIO DECRETI PENALI Sezione VI - UFFICIO DECRETI PENALI

Tel. 080 5270473

fax. 080 5270364/370
Dove: Piano Interrato - stanze  
Non aperto al Pubblico

 

COMPOSIZIONE AMMINISTRATIVA:
dott.ssa D'Angelo Maria Rosaria
direttore amministrativo (area III f.e.i. F3)
Direzione, organizzazione della sezione mediante il coordinamento e la vigilanza di tutti i servizi ed adempimenti ad essa demandati; controllo del personale alla stessa assegnato. Attività di studio e ricerca delle problematiche connesse ai servizi demandati alla sezione.  
 
Personale di cancelleria assegnato alla sezione:
sig. Mastropasqua Francesco
sig. Mastrorocco Emilio  
sig.ra Dossi Vilma Daniela

sig. Francesco Castellaneta

 

1)    fascicolazione ed iscrizione nel sistema Re.Ge. dei procedimenti penali consegnati dall'Ufficio Posta riguardanti reati immediatamente definibili con richiesta di emissione di decreto penale;
2)    annotazioni nel sistema Re.Ge. che riguardano tutte le informazioni relative ai soggetti processuali, nonche' quelle attinenti alle vicende collegate all'iter procedurale e trasmissione al GIP;
3)    Cura degli adempimenti collegati all'attivita' d'indagine espletata dal PM e la consequenziale programmazione dei servizi di segreteria, provvedendo, in particolare alla affoliazione ed indicizzazione dei fascicoli processuali; predisposizione degli atti da sottoporre all'esame e verifica del PM nell'ambito delle indicazioni ricevute.
4)    Raccolta dei dati statistici riguardanti l'attivita' specifica espletata dai singoli PM, nonche all'attivita' di gestione dei procedimenti penali pendenti dinanzi al GIP;
5)    Esplica attivita' diretta alla tutela degli interessi dell'erario nell'ambito dei servizi di segreteria, con particolare riferimento alla predisposizione dei decreti di liquidazione degli onorari spettanti ai consulenti tecnici ed ai custodi da sottoporre all'esame ed alla verifica del PM, nell'ambito delle indicazioni ricevute, nonche' delle comunicazioni di cui all'art. 168 T.U. n. 115/2002, oltre che del foglio notizie per la successiva annotazione delle spese anticipate dall'erario ai fini dell'eventuale recupero;
6)    Assicura la trasmissione al funzionario che cura i servizi riguardanti il Fondo Unico Giustizia (F.U.G.) e i beni sequestrati affidati in onerosa custodia a terzi dei verbali di  sequestro riguardanti somme, valori e risorse economiche e beni e di tutti gli atti connessi aventi rilevanza ai fini delle iscrizioni sui relativi registri e definizione delle pendenze.